RICONOSCIMENTO DEI TITOLI PROFESSIONALI CONSEGUITI ALL’ESTERO – RICONOSCIMENTO IN ITALIA DEI TITOLI PROFESSIONALI DELL’AREA SANITARIA – LA TESSERA PROFESSIONALE EUROPEA (E.P.C.)

RICONOSCIMENTO DEI TITOLI PROFESSIONALI CONSEGUITI ALL’ESTERO
La direttiva comunitaria 2005/36/CE concerne il riconoscimento dei titoli e delle qualifiche professionali e sostituisce tutte le precedenti direttive, semplificando le procedure.
Essa riguarda i professionisti, qualificati ad esercitare una professione in uno stato membro dell’Unione Europea, qualora si propongano di esercitare la medesima professione in un altro stato membro.
La direttiva 2005/36/CE è stata recepita nell’ordinamento italiano con il D. Lgs. del 9 Novembre 2007 n. 206.
***
RICONOSCIMENTO IN ITALIA DEI TITOLI PROFESSIONALI DELL’AREA SANITARIA
Coloro che hanno conseguito all’estero un titolo professionale dell’area sanitaria ed intendono esercitare la professione in Italia, possono ottenere dal Ministero della Salute il riconoscimento del titolo.
Di seguito si fornisce l’elenco delle professioni sanitarie e arti ausiliare per le quali è possibile presentare istanza di riconoscimento presso il Ministero della Salute italiano:
– Farmacista; – Medico chirurgo; – Medico Specialista; – Medico di medicina generale; – Odontoiatra; – Veterinario; – Psicologo; – Psicoterapeuta; – Assistente sanitario; – Dietista; – Educatore professionale; – Fisioterapista; – Igienista dentale; – Infermiere; – Infermiere pediatrico; – Logopedista; – Massaggiatore capo bagnino; – Odontotecnico; – Operatore socio sanitario; – Ortottista; – Assistente di oftalmologia; – Ostetrica/o; – Ottico; – Podologo; – Puericultrice; – Tecnico audiometrista; – Tecnico audioprotesista; – Tecnico della fisiopatologia cardiocircolatoria e perfusione vascolare; – Tecnico della prevenzione nell’ambiente e nei luoghi di lavoro; – Tecnico della riabilitazione psichiatrica; – Tecnico di neurofisiopatologia; – Tecnico ortopedico; – Tecnico sanitario di laboratorio biomedico; – Tecnico sanitario di radiologia medica; – Terapista della neuro e psicomotricità dell’età evolutiva; – Terapista occupazionale.
***
LA TESSERA PROFESSIONALE EUROPEA (E.P.C.)
Una procedura più “snella” è stata introdotta con il D. Lgs. n. 15/2016, il quale ha inserito l’art. 5-bis al D. Lgs. n. 206/2007, istituendo la c.d. Tessera Professionale Europea (EPC), il cui rilascio può essere richiesto alle autorità competenti, esclusivamente per le professioni di:
a) infermiere responsabile dell’assistenza generale;
b) farmacista;
c) fisioterapista;
d) guida alpina;
e) agente immobiliare.
Si tratta di una procedura elettronica innovativa rispetto alle tradizionali procedure di riconoscimento: l’utente può seguire l’andamento della sua domanda online e riutilizzare i documenti già caricati per presentare nuove domande in altri paesi.
I soggetti titolari di una delle suddette qualifiche professionali, che desiderano effettuare una libera prestazione di servizi o vogliono esercitare il diritto di stabilimento in un altro Stato membro, possono scegliere di proporre la domanda per la tessera professionale europea o ricorrere, alternativamente, alla procedura tradizionale con modalità “cartacea”.
Fidone Studio Legale offre assistenza, in via sia stragiudiziale che giudiziale, a quanti sono in possesso di un titolo professionale o di studio od accademico conseguito in uno Stato membro dell’Unione Europea, ed incontrano “ostacoli” al riconoscimento in Italia. Della tematica si occuperanno l’Avv. Giovanni Francesco Fidone e l’Avv. Rosario Giommarresi. Per ogni informazione potrete contattare lo studio al seguente indirizzo mail: info@studiolegalefidone.it e/o al seguente numero: 0932.988547.
Fidone Studio Legale

Add Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Via Ricasoli 57